BATH ON THE RIVER – Storie e Politiche dal territorio di Bagno a Ripoli

Toggle Bar

Aronne

Il film di Fabio Del Bravo sulla storia di Aronne Cavicchi, giovane ragazzo impiccato dalla Wehrmacht insieme al padre e ai partigiani catturati, il 20 giugno 1944.

Aronne Cavicchi, nato nel comune di Firenzuola il 29 gennaio 1928, era il quinto dei sei figli di Norberto Cavicchi e Teresa Malagigi, famiglia di mezzadri in Pian d’Albero. Nella primavera del 1944, lavorando come pastore, ebbe modo di vivere a stretto contatto con i partigiani della brigata Sinigaglia sui monti Scalari, fra il Chianti e il Valdarno. La sua conoscenza dei luoghi e il suo entusiasmo lo portarono spesso a collaborare attivamente alla vita e alle azioni dei partigiani. Nell’attacco al casolare dei Cavicchi da parte della Wehrmacht il 20 giugno 1944 fu preso prigioniero insieme al padre Norberto e ad altri 19 partigiani. A seguito di un processo farsa fu ucciso, insieme al padre e ai partigiani catturati, mediante impiccagione il 20 giugno 1944 a Sant’Andrea in Campiglia - Figline Valdarno

La Brigata partigiana Sinigaglia adottò il nome di Aronne, rappresentato da una bandiera che fu la prima ad attraversare l'Arno e sventolare nel centro di Firenze liberata dai partigiani.

Aronne è un film del 1983 diretto da Fabio Del Bravo.

Primo classificato alla Rassegna del Film Neorealista Giovanile di Avellino nel 1983 e Airone d'Argento alla Rassegna del Cinema Resistenza e Pace di Fano nel 1984.

Il film fu girato con mezzi di fortuna e aiuti volontari della gente del luogo, per protagonisti furono volontari gli stessi sopravvissuti all'eccidio nazista e cittadini della zona.

La Newsletter

 

 

Oldies but Goldies

  • 21 nuove case a Osteria Nuova. “Vantaggi solo per chi costruisce”

    via lazzeriLo sostiene il Comitato civico per la difesa del territorio di Osteria Nuova, in merito al nuovo Piano Attuativo che prevede la costruzione di 21 nuove villette in via Lazzeri ad Osteria Nuova. Il Comitato esprime perplessità sulla costruzione di nuove case, sull’ulteriore consumo di suolo, e sulla mancanza di reali vantaggi per la frazione, “abbandonata a sé stessa, oggetto solo di appetiti edificatori”.

    Read more...
  • Piazza «Via Roma». Un'idea per il Capoluogo di Bagno a Ripoli

    piazza via romaNon è una vera piazza, ma sarebbe comunque la possibilità di riappropriarsi di Bagno a Ripoli Capoluogo. Rallentare il traffico automobilistico e spostare quello solo di passaggio per Firenze su via del Pian di Ripoli, per creare un borgo a misura d'uomo, un centro commerciale naturale, una via dove fare due passi in tranquillità.

    Read more...
  • Che aria tira a Sestograd?

    sestogradLe recenti elezioni amministrative hanno lanciato un'indicazione molto precisa su inceneritore e aeroporto. Ma più in generale sulla forza di movimenti e cittadini: adesso si può guardare a questi eventi come elemento di speranza. 

    Read more...

Politiche