BATH ON THE RIVER – Storie e Politiche dal territorio di Bagno a Ripoli

Toggle Bar

Qualcuno ci ha rovinato la Pasqua: la passerella di Compiobbi-Vallina forse non si farà

Francesco Cecconi, della Proloco Valle dell'Arno di Fiesole, interviene sulle voci che vedono un ripensamento alla realizzazione della passerella ciclopedonale di Compiobbi-Vallina.

compiobbi passerellaciclo pedonaleUna passerella pedonale realizzata da Massimo Majowiecki a Casalecchio di Reno

Ad un un anno e mezzo di tempo, da quando è arrivata la notizia di un finanziamento regionale per la pista ciclabile e per la passerella Compiobbi-Vallina, sono arrivate strane voci su un tentativo di non farne più di nulla, qualcuno dice per risparmiare un milione previsto per la passerella.

Da allora ci siamo impegnati a stimolare la Città metropolitana (Ente capofila) ed i Comuni di Fiesole e Bagno a Ripoli ad utilizzare i 150.000 euro avuti per la progettazione esecutiva nei tempi previsti dal bando regionale sulla Ciclopista dell’Arno. Per vari motivi le nostre sollecitazioni non hanno avuto alcun effetto, per arrivare, dulcis in fundo, a queste strane voci.

Facciamo presente che, nel frattempo, e precisamente intorno a Natale 2015, d’accordo con la Città metropolitana, sono stati pagati i costi della progettazione preliminare, grazie alla quale è stata data la possibilità agli Enti, di cui sopra, di intercettare i 1.850.000 euro richiesti. Come Proloco Valle dell'Arno di Fiesole abbiamo saldato tutti coloro che hanno lavorato a questa ipotesi progettuale utilizzando circa 6.000 euro degli 8.000 raccolti sulla sponda di Compiobbi da tutti coloro che ritenevano utile quest’opera. Utile per tanti motivi, ma soprattutto per unire Compiobbi con Vallina, per dare alla sponda opposta l’accesso alla stazione e per tentare di dare un aiuto all’economia del territorio.

compiobbi passerellaciclo pedonale progettoIl progetto preliminare per la passerella ciclopedonale di Vallina-Compiobbi

Un ripensamento sulla passerella forse non tiene conto delle aspettative di tanta gente che, dopo la notizia del finanziamento, avevano cominciato a credere che i lavori fossero fatti a breve scadenza, tanto da dare un contributo per la progettazione.

Si è parlato anche della nostra Associazione elogiandone il lavoro fatto ed indicandola come esempio di un proficuo rapporto tra Enti ed Associazioni che lavorano per il territorio. Sinceramente, se queste voci hanno un fondamento, ci sentiamo frustrati ed offesi. Per l’impegno mio personale, per quello della Proloco e per non deludere le aspettative di tante persone credo sia utile una pausa di riflessione, soprattutto a coloro che decidono su cifre a 6-7-8 zeri, ma sicuramente non mettendoci nulla di tasca propria.

Concludo dicendo che se “Parigi val bene una Messa”, Compiobbi e Vallina varranno bene una passerella?!

Francesco Cecconi,
Proloco Valle dell'Arno di Fiesole

Lascia un commento

La Newsletter

 

 

Oldies but Goldies

Facebook