BATH ON THE RIVER – Storie e Politiche dal territorio di Bagno a Ripoli

Toggle Bar

Vallina. Semafori intelligenti e amministratori divergenti

Chiude per lavori la Statale 67, e tutto il traffico si riversa sulla provinciale di Rosano. Mentre il Sindaco Casini cerca di correre ai ripari con un’onda verde ai semafori di Vallina, a Firenze la pensano esattamente al contrario, e ritengono quei semafori una diga all’arrivo delle auto in città.

semaforo intelligente

Lasciate ogni speranza, o voi che entrate in auto nella città dolente. Non ci salveranno né amministratori né semafori intelligenti. Perché insieme alla chiusura della Statale 67 in riva destra d’Arno, da tempo prevista e programmata, non è stata messa in campo nessuna seria contromisura. Il potenziamento del trasporto su ferro si fa peccato a chiederlo. Il sindaco Casini ci prova allora con una centralina “intelligente” che dovrebbe creare un’onda verde a Vallina: stanziati 10.000 euro, in funzione non prima della fine di agosto. “Ma servirebbero altri 50 mila euro per completare la sincronizzazione dei semafori”, avverte il Sindaco. “Ci auguriamo che ci sia la possibilità di un confronto con la Città metropolitana, ente competente della Sp 34, e con Anas, affinché possano contribuire a reperire queste ulteriori risorse.

Peccato che a Firenze non ci pensino neanche a fluidificare il traffico di ingresso in città. Quei semafori anzi sono considerati un’ottima diga per drenare le auto. Come ha scritto in questi giorni l’Assessore Giorgetti in riferimento al progetto del viadotto di Vallina, “il sistema dei semafori di Bagno a Ripoli sulla SP 34 ... ‘protegge’ l’abitato, per cui le ricadute sul nostro territorio (Firenze) dovrebbero essere limitate”.

Semafori GiorgettiLa risposta dell'Assessore Giorgetti all'interrogazione presentata da Sinistra Italiana

Come dire... tenetevi le auto e le code nel vostro territorio, che noi siamo la città del Brunelleschi. Così, con buona pace del Sindaco Casini, quello che un tempo era “il giardino più delizioso” è ormai considerato un territorio di passaggio, buono come deposito per le terre di scavo autostradali o come sede di impresentabili e irrealizzabili viadotti nella valle dell’Arno. 

Non resta che sperare nei semafori intelligenti.

A.M.

La Newsletter

 

 

Oldies but Goldies

  • Il Sindaco di tutti?

    Francesco CasiniVince Francesco Casini. Anzi stravince, perché la sua vittoria arriva quando tutti perdono: PD in calo, Cittadinanza Attiva e Lega non “sfondano”. La chiave sta nella sua lista personale che, seppur neonata, raccoglie il 14,64% dei voti. Ma da dove arrivano tanti voti?

    Read more...
  • Un'opportunità per Bagno a Ripoli: la Grande Firenze o il Comune di Val d'Ema?

    firenze e bagno a ripoliLa fusione tra due Comuni contigui rappresenta una grande sfida: semplificazione ed efficienza amministrativa; maggior peso politico; un nuovo rapporto tra cittadini e istituzioni; la nascita di una nuova comunità. Quali sono le opportunità per Bagno a Ripoli, per dare risposta alla crisi e alle dinamiche crescenti dei bisogni della comunità locale?

    Read more...
  • Piazza «Via Roma». Un'idea per il Capoluogo di Bagno a Ripoli

    piazza via romaNon è una vera piazza, ma sarebbe comunque la possibilità di riappropriarsi di Bagno a Ripoli Capoluogo. Rallentare il traffico automobilistico e spostare quello solo di passaggio per Firenze su via del Pian di Ripoli, per creare un borgo a misura d'uomo, un centro commerciale naturale, una via dove fare due passi in tranquillità.

    Read more...

Facebook