BATH ON THE RIVER – Storie e Politiche dal territorio di Bagno a Ripoli

Toggle Bar

Equiripoli. Quanto guadagna il Comune di Bagno a Ripoli con le multe (anche quelle fatte all’uscita da scuola)?

Caos parcheggi all’uscita da scuola. Ma per le auto in doppia fila arrivano le multe. E insieme le polemiche. A chi la ragione?

traffico

Da una parte le mamme, che denunciano la mancanza di alternative alla “doppia fila” quando devono riprendere i figli a scuola e posto per le auto non si trova. Dall’altra la Polizia municipale, che di fronte a comportamenti illeciti, e ripetuti, ha reagito con qualche verbale alle auto mal parcheggiate davanti alla scuola di Padule. Nel mezzo il Sindaco e l’Amministrazione comunale, accusati di avere strutture scolastiche non adeguate e magari di guadagnare dalle contravvenzioni.

Cominciamo da quest’ultimo punto. Quanto guadagna il Comune di Bagno a Ripoli con le multe? Per scoprirlo si può ricorrere a openbilanci.it, cercando la voce “polizia locale”. Questo tipo di entrate comprende tutte quelle realizzate nell’esercizio delle funzioni di polizia, tra cui le contravvenzioni per infrazioni al codice della strada. Vi sono spesso regole diverse sull’ammontare delle contravvenzioni, e non tutte le città riescono ad incassare allo stesso modo dalle multe fatte. Ma è comunque indicativa questa classifica tra alcuni comuni dell’area fiorentina (fatta con i bilanci del 2014), che confronta le entrate da "Polizia locale" per abitante:

multe grafico

Escluso dunque dai dati che la Polizia Municipale di Bagno a Ripoli abbia un comportamento particolarmente vessatorio, rimangono sul campo molte ragioni. Quelle delle mamme (babbi, nonni, etc.) che sono in difficoltà in certe scuole a trovare posto per l’auto, avendo a volte anche poco tempo a disposizione se hanno più figli in scuole diverse. Quelle dell’Amministrazione, in difficoltà davanti al modello scolastico fatto di tante piccole strutture distribuite sul territorio. Quelle dei vigili, che hanno non solo il diritto, ma il dovere di multare le auto in doppia fila.

Tutti hanno ragione, e sarà la gestione delle proprie ragioni a fare la differenza. Se l’Amministrazione saprà rinnovare le strutture scolastiche dotandole di adeguati posti auto (e magari anche implementando il servizio di trasporto scolastico). Se i vigili sapranno considerare attenuanti e ragioni, e non cambiare improvvisamente metodi a fronte di certe infrazione al codice. Se i cittadini cominceranno a rispettare regole e doveri anche quando non coincidono con i loro comodi, senza credere alla novella del Palazzo cattivo e della società civile buona.

multe

Lascia un commento

La Newsletter

 

 

Oldies but Goldies

  • L’Arno accenderà la luce. Cinque mini centrali idroelettriche nel tratto di Bagno a Ripoli

    idroelettricoEra un progetto bloccato da anni a causa di un ricorso. Ora il Consiglio di Stato ha dato ragione alla Città Metropolitana. Nardella: “Finalmente le vecchie pescaie potranno diventare piccole centrali idroelettriche”. 13 le pescaie coinvolte nel progetto, di cui cinque toccano Bagno a Ripoli.

    Read more...
  • Le buone pratiche delle mense scolastiche di Bagno a Ripoli, a Geo&Geo

    geo&geoUtilizzo di prodotti di filiera corta, offerta flessibile e varia, iniziative di educazione alimentare per studenti e genitori… Di questo ed altro hanno parlato su RaiTre, ospiti di Geo&Geo, Antonio Ciappi, direttore SIAF; Francesca Rocchi, Vicepresidente Slow Food Italia; e Annalisa Ciacci Taddei, genitore.

    Read more...
  • Defendit numerus. I numeri del Presidente

    Enrico Rossi"Agli adulti piacciono i numeri. Quando raccontate loro di un nuovo amico, non vi chiedono mai le cose importanti. Non vi dicono: «Com'è il suono della sua voce? Quali sono i suoi giochi preferiti? Fa collezione di farfalle?» Le loro domande sono: «Quanti anni ha? Quanti fratelli? Quanto pesa? Quanto guadagna suo padre?» Solo allora pensano di conoscerlo." (Antoine de Saint-Exupéry, Il piccolo principe, cap. IV).

    Read more...

Facebook