BATH ON THE RIVER – Storie e Politiche dal territorio di Bagno a Ripoli

Toggle Bar

Passerella ciclopedonale di Vallina-Compiobbi. Una speranza dal governo con il “bando periferie”

C’è anche la passerella ciclopedonale di Vallina nel programma per la riqualificazione delle periferie varato dal governo, che mette sul piatto mezzo miliardo.

passerella vallina

Al bando, inserito nella legge di stabilità del 2016, la Città Metropolitana di Firenze ha risposto inviando alla commissione giudicatrice 46 progetti per un totale di 46 milioni di investimento, di cui 39 dovrebbero arrivare proprio dal finanziamento del governo.

Alla voce piste ciclabili ci sono tre passerelle ciclo-pedonali sull’Arno: la prima a Scandicci tra Badia a Settimo e la stazione ferroviaria di San Donnino. La seconda dovrebbe collegare le Cascine con il il parco dell’Argingrosso. La terza per il collegamento tra piazza Mazzini a Compiobbi e l’area industriale dello Stelli a Vallina, nel comune di Bagno a Ripoli, che dovrebbe ricevere un finanziamento di 1.850.000 euro.

Entro fine anno sapremo se i soldi arriveranno. “Speriamo di riuscire ad intercettare i finanziamenti necessari – ha commentato Francesco Cecconi, della Proloco Valle dell’Arno di Fiesole –, e che non sia l'ennesima serie di promesse non mantenute.”

passerella compiobbi

Lascia un commento

La Newsletter

 

 

Oldies but Goldies

  • Che aria tira a Sestograd?

    sestogradLe recenti elezioni amministrative hanno lanciato un'indicazione molto precisa su inceneritore e aeroporto. Ma più in generale sulla forza di movimenti e cittadini: adesso si può guardare a questi eventi come elemento di speranza. 

    Read more...
  • Ponti di Vallina, la panacea di tutti i mali

    Bivallina plus supposteEmicrania? Cattiva digestione? Traffico congestionato? Strade insanguinate? Elettori in calo? Due ponti di Vallina prima e dopo i pasti e passa tutto.

    Read more...
  • Il Pian di Ripoli tra sviluppo e bellezza

    Cabreo del Podere di Ripoli«Stimasi ricco chi possiede un podere in Pian di Ripoli». Il proverbio citato dal Torrigiani in relazione alla produttività agricola di quei terreni è ancora oggi valido, ahimè, per il valore fondiario legato ad una loro possibile edificabilità. E l’arrivo della tramvia a Bagno a Ripoli non potrà che aumentare la pressione speculativa sull’area (comunque viva la tramvia).

    Read more...

Facebook