BATH ON THE RIVER – Storie e Politiche dal territorio di Bagno a Ripoli

Toggle Bar

Cristo e la risposta... "inconsistente"

Dal 2009 la comunità evangelica "itinerante" Cristo è la Risposta occupa una vasta area di Ponte a Niccheri. Non paga nessun canone perché è una associazione Onlus. Ma le risposte della Giunta non hanno convinto il gruppo di Cittadinanza Attiva: "In Italia niente è più stabile del provvisorio".

cristo risposta

All'ultimo Consiglio Comunale (30 ottobre 2014), Beatrice Bensi aveva presentato infatti un'interrogazione, per conoscere i motivi per cui tale accampamento ha assunto nel tempo caratteristiche sempre più stanziali, e quali accordi intercorrono con l'Amministrazione Comunale.

 

La risposta

La prima concessione per l'occupazione del suolo pubblico risale al 2009, ha spiegato il Sindaco Casini. L'associazione è una Onlus, e dunque non paga nessun canone, ma sono a suo carico le utenze comprese tarsu e tari (rifiuti). Nel caso il Comune avesse bisogno dell'area, l'associazione deve liberarla entro 20 giorni. A garanzia esiste anche una fideiussione di 20mila euro.

L'attuale concessione, frutto di un precedente rinnovo, scadrà nel prossimo giugno (2015). Se sarà rinnovata ancora non è dato sapersi... Anche perché le previsioni per l'area contenute nel Piano Strutturale parlano di una nuova struttuttura socio-sanitaria, la cui realizzazione è lungi dall'essere vicina.

 

Le reazioni

Beatrice Bensi, capogruppo di Cittadinanza Attiva, punta il dito "sull'inconsistenza delle motivazioni che hanno permesso l’uso di quest’area."

"Si tratta di un’area destinata a spettacoli itineranti: con tutti i rinnovi delle concessioni; però, nel corso di questi anni, l’accampamento ha perso il carattere di temporaneità. In queste roulotte, le persone ci abitano, ed anche in questo caso, sembra riproporsi la solita storia per cui in Italia non c’è nulla di più definitivo del provvisorio".

"E sentirsi dire – prosegue la Bensi – che al momento non è pervenuta all’Amministrazione comunale nessun’altra richiesta su tale area, ci fa sorgere spontanea una riflessione: vista la situazione di disagio abitativo che stiamo vivendo, allora anche un gruppo di cittadini potrebbero costituirsi come associazione e provare a fare richiesta. Come si comporterebbe allora l’Amministrazione?".

"Non contestiamo le esenzioni in materia di tributi locali spettanti in quanto Onlus, né i lavoretti di piccola manutenzione che la comunità ha offerto come 'atto di mecenatismo', secondo la definizione data dal Sindaco e che ci sembrano un doveroso riconoscimento per l’ospitalità ricevuta".

"Ma perché – conclude la Bensi –  non può essere fatto un bando, rivolto a tutte le Onlus, su cosa potrebbero realizzare in quest’area, rispettando i vincoli di destinazione urbanistica? Sarebbe certamente un modo diverso e darebbe un contenuto serio per giustificare, agli occhi dei ripolesi, l’uso di un loro spazio cittadino".

Lascia un commento

La Newsletter

 

 

Oldies but Goldies

  • Mondeggi è illegale

    Mondeggi Bene Comune

    Mondeggi Bene Comune è illegale, come Marco Cappato, che ha aiutato Dj Fabo a scegliere come morire; come Rosa Parks, afroamericana, che rifiutò di cedere il posto in autobus riservato ai bianchi; come Henry David Thoreau, che alla metà dell’800 si rifiutò di pagare le tasse legate alla guerra contro il Messico, teorizzando per la prima volta la “disobbedienza civile”.

    Read more...
  • Che granchio! Il crostaceo guerriero resisterà ad Autostrade spa?

    potamon fluviatilePotamon fluviatile, una delle creature più affascinanti ancora presente nelle acque dell’Isone, è seriamente minacciato dal nuovo progetto di Autostrade SpA per la Terza Corsia A1. Il suo habitat sta infatti per essere sconvolto (e in parte cancellato) dal deposito delle terre di scavo.

    Read more...
  • Rifiuti. Bagno a Ripoli e la scarsa propensione per la raccolta differenziata

    rifiutiI dati sulla raccolta differenziata a Bagno a Ripoli nel 2015 sono deludenti. Quali responsabilità ha Quadrifoglio, i cui interessi sembrano rivolti all’incenerimento piuttosto che al recupero?

    Read more...

Facebook