Osteria Nuova

Storie di un paeseIn occasione della presentazione del quarto volume di “Storie di un paese. Indagine sul territorio di Osteria Nuova" (venerdì 28 novembre 2014, alle ore 21:30, presso il Teatro Storico di Osteria Nuova), Michele Turchi ha intervistato Michele Turchi…

s giorgio a ruballaPubblichiamo in anteprima le note introduttive e il sommario del nuovo volume, il quinto, della serie “Storie di un paese” che Michele Turchi cura dal 1994 col sottotitolo «Indagine sul territorio di Osteria Nuova». La presentazione è prevista nel pomeriggio di sabato 22 p.v. presso l’Ospedale del Bigallo. 

Le Corti a RuballaUn Re ad Osteria Nuova. Chi è? E perché è raffigurato nel palagio di Ruballa? E le persone accanto a lui, chi sono?

ottobrata76Correva l'anno 1976. Mentre nelle grandi città fischiavano i venti della rivolta, ad Osteria Nuova si organizzavano i "Giochi senza frontiere" tra le case del popolo di Bagno a Ripoli. Illuminati o disimpegnati?

CroceUna lezione di storia dell'arte in pochi chilometri quadrati. Quattro Crocefissi raccontati da Michele Turchi, dal Christus triumphans dell'abbazia di Rosano al Christus patiens di Santo Stefano a Paterno, di San Quirico e di San Giorgio a Ruballa.

AretinaProsegue il viaggio nella toponomastica di Bagno a Ripoli. Stavolta Michele Turchi ci accompagna lungo la Strada Regia Aretina Nuova, dal "Borgo del Bagno" fino a San Donato in Collina, con tappa in ogni osteria, da Meo al Camicia fino a quella Nuova. 

San Quirico a RuballaPoche anime, ma ben due parrocchia per la loro cura. A Ruballa le chiese infatti erano due, e Michele Turchi ha provato a capire il perché...

Storie di un paeseQuesto lo slogan che lancia la nuova pubblicazione di Michele Turchi sulla piccola frazione collinare di Bagno a Ripoli. Presentazione venerdì 28 novembre alle ore 21:30, presso il Teatro Storico di Osteria Nuova. Relatori: Marta Gori, direttrice della Biblioteca Moreniana di Firenze, e Berlinghiero Buonarroti, studioso fiesolano.

giulio bartaliIl 14 giugno 1936, Giulio Bartali, fratello minore di Gino, durante la Targa Chiari si scontra con un'automobile sulla salita del San Donato, nei pressi di Osteria Nuova. Morirà due giorni dopo. Nella sua autobiografia, Tutto Sbagliato Tutto da Rifare, Bartali ricorda il fratello.